Pulpite? Mai sottovalutarne i primi segnali

Da: | Argomenti: , , , , , , , | 11 Febbraio 2018

Alcuni giorni fa abbiamo trattato l’argomento legato al dolore ai denti. Di come interpretarlo per meglio riuscire ad effettuare una prima auto-diagnosi, fondamentale al medico per individuarne cause e conseguenti soluzioni per il paziente.

DESCRIZIONE DEL DOLORE

Se:
. il mal di denti è acuto, spontaneo e di carattere nevralgico
. si accentua e diviene lancinante con la sola masticazione
. il dente è estremamente sensibile anche a stimoli di tipo caldo/freddo o dolce/salato e non regredisce immediatamente all’interruzione dello stimolo
. il mal di denti presenta un andamento scostante, ovvero con picchi dolorosi e acuti alternati a episodi di lieve indolenzimento, per ripresentarsi, poco dopo, con la medesima violenza
. il dolore è poco gestibile anche con gli analgesici

Questa descrizione di dolori fa pensare ad una PULPITE.

Cerchiamo insieme di capire meglio cosa sia.

La pulpite è un processo infiammatorio della polpa dentaria che, comunemente, viene semplificata e chiamata “infiammazione del nervo del dente.”

La pulpite è una delle più comuni e frequenti cause di mal di denti, che compare spesso come conseguenza di una carie dentaria il cui sintomo principale è il dolore. La cura per la pulpite è relativamente semplice.

Quando però l’infiammazione non viene accuratamente trattata, il dente può andare incontro ad un processo degenerativo-necrotico (perdendo la propria vitalità).
È in queste circostanze che la pulpite richiede la devitalizzazione, la rimozione parziale della polpa o l’estrazione del dente.

In breve, di seguito, il processo che può sfociare in una dolorosa pulpite.

La fermentazione degli zuccheri da parte dei batteri del cavo orale → favorisce la produzione di sostanze acide che perforano lo smalto → come conseguenza si presenta la propagazione del danno a livello della dentina → la carie intacca la polpa dentale → che porta alla pulpite

Oltre alle carie, la pulpite può essere originata da:
• Traumi ai denti
• Parodontite
• Interventi chirurgici ai denti piuttosto invasivi
• Bruxismo
• Malocclusioni dentarie
• Masticazione scorretta
• Scarsa igiene orale

Ogni forma di mal di denti presuppone la necessità di sottoporsi ad un’adeguata visita dentistica.
Bene una prima auto-diagnosi per comprenderne l’urgenza, ma raccomando sempre ai miei pazienti di sottoporsi alle regolari visite periodiche di controllo, grazie alle quali è possibile individuare, con largo anticipo, segnali che, se trascurati, potrebbero degenerare in forme più dolorose e complesse da trattare.

Lo Studio Dentistico Tiberti è il vostro primo partner nel prevenire e mantenere sana la vostra bocca e quella dei vostri cari. Prenotate una visita di controllo senza alcun impegno, chiamando o scrivendo qui.